Fine della raccolta firme Volt in Circoscrizione Estero

Volt raccolta firme estero

Condividi questo post

Le elezioni anticipate hanno compresso a poche settimane la possibilità di raccogliere le firme per le liste di Camera e Senato. Il poco tempo a disposizione si è scontrato con i problemi che i cittadini all’estero vivono ogni giorno: consolati distanti, orari di apertura ristretti, attese negli uffici e procedure non sempre chiare. Una barriera alla partecipazione democratica che contribuisce a tenere cittadini e politica tanto, troppo distanti.

Una barriera che coinvolge purtroppo solo le nuove forze e le nuove idee, proprio quelle che potrebbero convincere i più disillusi a ricominciare a credere nei processi democratici, invece che rifugiarsi nell’astensionismo.

Eppure i rimedi esistono: utilizzare gli strumenti tecnologici sicuri che già utilizziamo (SPID, CIE, identità digitale) anche per l’esercizio dei diritti politici di tutti i cittadini e cittadine. La raccolta firme di Volt si chiude qui, il nostro simbolo viola non sarà purtroppo presente sulle schede elettorali degli Italiani residenti in Europa.

Continueremo però il nostro impegno in questa campagna elettorale, sostenendo la coalizione di centrosinistra, per cercare di costruire un’Italia più inclusiva, più sostenibile, più Europea.

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Senza categoria

Aborto in Italia: libere di (non) scegliere del proprio corpo

Volt racconta come combattere per gli stessi valori ovunque mostri che non tutti i Paesi europei vanno allo stesso passo nel cammino verso la piena autodeterminazione dei corpi. Che l’Italia sia fanalino di coda in Europa su molti temi che impattano la vita di cittadine e cittadini non è una novità. I diritti e le

Ti è piaciuto questo contenuto?

Condividi questa pagina con i tuoi contatti!

Torna su